Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi di più.
Missioni - Balaka

ASLM logo

Italian Afrikaans Chinese (Simplified) English French German Hindi Japanese Portuguese Russian Spanish Swahili

"Seconda Linea Missionaria" – Onlus

vuole essere uno strumento utile alla "Prima Linea Missionaria"

che opera nei paesi poveri del terzo mondo

Balaka, 2 luglio 2005 ore 00,54

Tam Tam dal Malawi (5)

Per continuare in breve le nostre storie che vorrebbero poter guardare più alla settimana che inizia che al passato, a rispondere al vangelo che chiama a raccolta i disperati della terra con quel "Venite a me voi tutti affaticati e oppressi...
La salma dello speaker del parlamento, Rodwell Munyenyembe arrivata dal Sud Africa all'areoporto di Lilongwe, ha ricevuto tutti gli onori di un funerale di stato. La bara coperta dalla bandiera del Malawi,
portata a spalla dai militari, alla presenza del presidente della republica Bingu wa Mutharika. Prima sosta a Lilongwe, poi a Mzuzu alla Saint Andrew's Church of Central Africa Presbiterian CCAP e
infine all'estremo nord del paese a Chitipa, da dove proveniva lo speaker.
Le manifestazioni sono state tante e tutte a sostegno della famiglia, tutte in supporto al governo e contro specificamente i partiti dell'opposizione, Chihana, Bakili Muluzi, Lucious Banda e il comportamento dei parlamentari spesso nominati come prima causa della morte. L'invito di tante voci della Civic Society sono per una riconciliazione.
Nella chiesa protestante di Mzuzu il reverend Mvula ha paragonato lo speaker deceduto in parlamento a Eli, morto nel tempio alla notizia che l'arca santa era caduta in mano dei Filistei. E ha concluso, 'possa questa morte diventare un seme di cambiamento. Che nessuno venga accusato personalmente, ma il paese si chieda dove stà andando. A Chitipa oggi le voci contro l'opposizione si sono fatte sentire forti: Bakili Muluzi ha voluto essere presente dicendo che se il governo non
poteva provvedere alla sua difesa si sarebbe difeso da solo. Ma quando lo spokesman per il partito, Sam Mpasu ha presentato le sue condoglianze, visto che Munyenyembe era un parlamentare UDF, lo ha fatto tra trante voci di dissenso aperto. L'UDF chiede sempre più di andare alle elezioni, ma nessuno ci crede anche perchè è una tale perdita di tempo a cui nessuno è dispossto a investire nulla.
La voce più forte è quella dei donors: o si approva immediatamente il budget o si perde interamente l'aiuto che viene dato. Il budget totale è di poco superiore ai 100 billioni di kwacha e di questi 11./
sono dati dai donors come Cabs, Common Approach to Budget Support (La Comunità Europea darebbe 14 millioni di euro). In totale il 40% del budget viene dai donors - una dipendenza altissima per uno stato.
Il governo chiede che il parlamento venga riunito martedì. Resterà una seduta difficile, ma il dialogo deve poter prevalere a tutti i costi.
Cosa dicono del Lucious Banda... basti per tutti il backbencher, che scrive:


Banda has chosen to burn at the stakes the reputation he built for himself as a "soldier" for the underdogs by championing a laughable cause he is unable to defend. ... e conclude Muluzi is as much a problem in Malawi as Jonas Savimbi was in Angola. Probably UDF might also wish to resolve the issue of leadership so that Muluzi can geuinely retire and enjoy the lucrative retirement package he manage to rake from our taxes.


Quanto è successo in queste settimane diventerà storia per il nostro villaggio, ma questo non può consolare nessuno, perchè i problemi sono rimasti intatti e sperare nel dialogo e nella riconciliazione,
se non viene dall'alto della presidenza, non riuscirà a crescere. Gli studenti del politecnico hanno promeso di manifestare all'apertura del parlamento perchè i rappresentanti del paese sappiano che è alla gente che devono rispondere più che a giochi di partito dietro ai quali c'è sempre lo stesso Muluzi che proprio non vuole andarsene.

Buona domenica....
da tutto il nostro villaggio
pgg

Pro Malawi

Aiutaci ad aiutare
fai una donazione
per il Malawi
per saperne di più
clicca qui

Iscriviti alla Newsletter

Visite agli articoli
913219

Abbiamo 195 visitatori e nessun utente online