Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi di più.
Notiziario

ASLM logo

Italian Afrikaans Chinese (Simplified) English French German Hindi Japanese Portuguese Russian Spanish Swahili

"Seconda Linea Missionaria" – Onlus

vuole essere uno strumento utile alla "Prima Linea Missionaria"

che opera nei paesi poveri del terzo mondo

Il Natale della Montagna

Quest'anno per Natale vogliamo invitarti a salire con noi sulla montagna del Chaone, dove Gesù sta per nascere.
Un Natale diverso: fatto di povertà e di gioia, della festa dell'Africa e della forza di ricominciare sempre...
1.jpg

Sulla montagna ci abitano diecimila persone, tutti musulmani che parlano la lingua Chiyao. Sono ventuno i villaggi che si affacciano sulla palude del Chirwa, migliaia sono i bambini che ti accolgono con i loro grandi sorrisi e la gioia di averti con loro. Ti accompagnano lungo il sentiero, insieme alla processione di donne forti e orgogliose che trasportano sulla testa legna e sacchi di cibo guadagnato con il duro lavoro fatto tutto a mano, come prima della storia.
Per loro il mondo comincia e finisce sulle ultime balze, dove iniziano le due ore di cammino per scendere a valle. Questo è il confine da cui purtroppo, una volta cresciuti, i ragazzi del Chaone vogliono solo scappare perché lo considerano una prigione. Non c'è corrente elettrica, non c'è il dispensario che distribuisca medicine. Come arrestare questa emoraggia che spopola la montagna? Come convincerli che giù a valle non troveranno quello che inseguono se non scoprono il segreto che ha portato i loro antenati sulla montagna?
2.jpg
Li abbiamo incontrati questi ragazzi nei tanti viaggi che la missione ci fa percorere per raggiungere tutti.
Con loro abbiamo iniziato un lungo cammino che ti invitiamo a percorrere. La montagna? non è una maledizione. Può diventare un inizio, un Natale.

E' cominciata così la costruzione di una grande capanna e poche aule che siano la scuola materna della montagna. Da questi banchi possono allargare il loro confine senza scappare.La costruzioneè stata più lenta del previsto. Abbiamo dovuto aspettare che finissero le piogge per poter cuocere i mattoni. La sabbia stessa è stata difficile da scavare nella montagna. Abbiamo trasportato a spalle tutto il materiale fino sulla cima: cemento, ferro ma anche porte e finestre perché sulla montagna non c'è un falegname.
Era uno spettacolo. Il villaggio nuovo cresceva a vista d'occhio. C'era il refettorio dove mangiare assieme il pranzo per restare a scuola fino al pomeriggio, le casette delle maestre d'asilo che avrebbero insegnato anche agli adulti a leggere e scrivere, c'era la grande cisterna che avrebbe garantito acqua pulita.
L'aiuto di tante persone ha permesso la realizzazione della scuola che di Natale in Natale aiuterà i bambini della montagna a crescere. C'era anche una data precisa il 4 Gennaio 2010. Anno primo della scuola materna della montagna.3.jpg

4.jpg






Poi sono bastati pochi minuti a distruggere il sogno inseguito. Improvvisa e feroce una tromba d'aria ha colpito in pieno i villaggi della montagna.
La paglia dei tetti volava alto nel cielo. Non c'era pioggia, solo un vento che ha avuto l'impatto di un tornado.
Per fortuna i feriti sono stati pochissimi, mentre la struttura ha risentito pesantemente la forza che voleva ricacciare indietro le tante promesse fatte.
6.jpg
Ora ci ritroviamo a cominciare ancora. Mancano pochi giorni al Natale. Sappiamo di non poter deludere la speranza che qualcosa di nuovo sta per nascere.
Ti abbiamo portato oltre la savana. Ti abbiamo condotto sulla cima del Chaone. Per poter fare spazio al Natale. Per ricostruire quanto è stato distrutto.
Il quattro gennaio 2010 la scuola deve fare spazio ai ragazzini e alle bambine che non possiamo perdere per strada. Ritornerebbero ancora a pascolare le pecore e fare la fila al mulino. Quanto avevamo messo da parte verrà usato per rifare quello che è andato distrutto. Ci serviranno i banchi e le sedie, il materiale scolastico e soprattutto la possibilità di preparare un pasto al giorno.
7.jpg
E' questo l'aiuto che chiediamo alla generosità di chi vuole aiutare il Natale della montagna del Chaone.Ti abbiamo condotto sulla montagna dove continua la missione per ripetere ancora un messaggio di speranza che dice alla gente della montagna.Non siete soli! Potete contare su noi.
Dalla montagna dove sta per arrivare il primo Natale, l'augurio più grande che sia anche per te, anche tra tante difficoltà, il giorno che ti aiuta a ricominciare ancora.
Da tutti i missionari e i volontari del Malawi. Grazie per il dono del Natale.


p. Piergiorgio Gamba

MISSIONARI MONFORTANI
Via Legnano, 18  24124 Bergamo
Tel 035 4175119  Fax 035 4534974
C.C.P. 53005187
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pro Malawi

Aiutaci ad aiutare
fai una donazione
per il Malawi
per saperne di più
clicca qui

Iscriviti alla Newsletter

Visite agli articoli
887200

Abbiamo 153 visitatori e nessun utente online