Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi di più.
Missioni - Balaka

ASLM logo

Italian Afrikaans Chinese (Simplified) English French German Hindi Japanese Portuguese Russian Spanish Swahili

"Seconda Linea Missionaria" – Onlus

vuole essere uno strumento utile alla "Prima Linea Missionaria"

che opera nei paesi poveri del terzo mondo

C'era una volta un campo... (il formaggio)

campo015.jpgNonostante le tante difficoltà "il campo" prosegue con impegno ed amplia la produzione.

Balaka-15 Novembre 2011

Un carissimo saluto dal Malawi che di questi tempi ha cambiato nome. Generalmente conosciuto come "The Warm Heart of Africa" oggi si definisce come "The Hottest Heart of Africa".

Già la mattina presto la temperatura e' a 31 gradi e nella giornata arriva a 39... insomma da febbre alta.
Il caldo eccessivo, che rende impossibile dormire anche nelle capanne ed e' obbligo cercare un po' di frescura all'aperto, fa sperare in una stagione delle piogge che porti tanta acqua e poi un buon raccolto.
La stagione che porta a maturazione i frutti di Mango ci obbliga a fare in fretta.



1. Completato il lavoro che dà acqua e corrente.

campo010.jpgIl generatore elettrico che ci avete mandato e' un regalo che viene apprezzato quotidianamente. Questo perchè quotidianamente manca l'energia elettrica anche per giornate intere. Cosi' anche se con difficoltà è possibile continuare il lavoro. Le difficoltà vengono anche dalla mancanza di gasolio sempre più introvabile. Lo comperiamo in Mozambico. Il più delle volte poi ci ferma la polizia che chiede soldi in aggiunta se si vuole portarlo a casa. Quante notti in fila ad aspettare l'improbabile possibilità che arrivi almeno un'autocisterna!!!

E' una situazione pesantissima perchè anche a 2.50 euro al litro bisogna uscire dal Malawi per comperarlo, e questa situazione sta facendo chiudere tante piccole e grandi imprese.

Finiti tutti i collegamenti abbiamo corrente a sufficienza per tutte la macchine che usiamo: pentola elettrica, cella frigorifera, termo-saldatrice per chiudere ermeticamente i vasetti di plastica. e tante altre piccole e medie macchine.

Oltre alla corrente abbiamo risolto il problema dell'acqua. La torre ormai visibile a grande distanza riesce a dare acqua anche alla gente che vive attorno al Campo.
campo011.jpgIl comando sia manuale che automatico di accensione e spegnimento e' di grande aiuto a mantenere controllato l'uso del generatore.

All'interno dell'edificio si continua a preparare marmellate di tanta frutta diversa per sfamare la nostra tribù. Dalla pentola elettrica posta su un piano rialzato la marmellata scorre fino ai vasetti che vengono sigillati quando ancora la temperatura da cottura  e' molto alta.

Ce ne sarà per tutti gli orfani.

2. La nuova avventura: Malawi's Cheese

Dopo tanta marmellata  ecco un nuovo prodotto ad entrare a pieno titolo nella produzione: il formaggio di Balaka

Dalla grande fattoria di Toleza riusciamo ad avere una media di 30 litri di latte al giorno che viene trasformato, secondo tutti i canoni del caseificio industriale in ottimo formaggio.

campo012.jpgcampo013.jpgcampo014.jpgcampo017.jpg











Un volontario di Guidonia, il Sig. Melilli che conoscete, ci ha insegnato anche a preparare la ricotta. Insomma, il campo della frutta sta vivendo una seconda primavera.
Non avendo altri locali che assomiglino a cantine fresche, è la cella frigorifera a mantenere il formaggio per i mesi necessari. Il ritorno della Anna ha poi garantito una buona espansione del prodotto che una volta pesato, si ritrova con la sua bella etichetta pronto per il mercato.

campo016.jpgMercato tutto in salita nel senso che la gente non e' abituata ad acquistare il CHEESE e avrà bisogno di tempi lunghi per farlo entrare nella dieta alimentare. Quello che viene venduto in Malawi viene dal Sud Africa e resta comunque solo un prodotto per la città. Non manca comunque chi lo acquista, nel senso di un mercato di gente che avendo vissuto in città o avendo conosciuto le qualità di questo prodotto lo ricerca per i tanti usi.

Ed ecco lo slogan che diventerà sempre più presente sul mercato: Jam and Cheese... assieme al pane delle prigioni...

E' un anno davvero difficile per il Malawi. Lo e' per tutto il mondo, ma in particolare per questi piccoli paesi emergenti che tornano alle origini, allo scambio per baratto(lo). Forse e' proprio quando è più difficile che bisogna impegnarsi di più.

campo018.jpgDa Balaka il più grande saluto a Seconda Linea Missionaria  e alla comunità parrocchiale di Santa Monica ad Ostia.

Il vostro impegno davvero generoso ha permesso tutto questo progetto che speriamo tanti possano "copiare" e riprodurre altrove.

L'alimentazione, l'uso migliore dei prodotti disponibili, l'aiutarsi aiutando altri, è già un dono che ci prepara al Natale.

Poi vi racconteremo delle vendite, di questo commercio che vuole equo e solidale già qui in Africa.

Per il vostro impegno e sostegno ci sono anche le preghiere e i ringraziamenti di tanta gente che si sente sostenuta nel voler cambiare e vincere la povertà.

Da tutti noi della tribù di Balaka

bambo Piergiorgio Gamba

Pro Malawi

Aiutaci ad aiutare
fai una donazione
per il Malawi
per saperne di più
clicca qui

Iscriviti alla Newsletter

Visite agli articoli
913279

Abbiamo 285 visitatori e nessun utente online